NEWS Roby Guerra futurista

Pubblicazioni Recenti (alcune)

*personal

DA KARL MARX A PAPERINO (Asino Rosso eBook)  (Aforismi)

Estense com  E’uscito per i libri eBook Asino Rosso (Street Lib) “Da Marx a Paperino. La Fine della sinistra” del futurista ferrarese Roberto Guerra (alias Futurguerra, un poco come il futurista storico Giacomo Balla che si firmava Futurballa). eBook già segnalato sulla stampa web nazionale (MeteoWeb, La Notiziah25, Mav blog, oltre a Ferrara Italia). 
Guerra completa una sua esplorazione di certo progressismo dopo lo stesso ancora recente saggistico Gramsci 2017 (Armando editore, Roma). Trattasi in questo caso di “aforismi, futurismi per il XXI secolo, un inno non stop alla scienza contemporanea e alle sue, in ogni campo, nonostante gli ignavi, nuove rivoluzioni. Eppur si muove, eppur si ama, ma come un necessario rasoio di Occam. Per una divertente società scientifica prossimo ventura, edonistica e libertaria. Magari da e verso, oggi, un necessario e pragmatico futuro partito della scienza come ad esempio in Usa con il Transhumanist Party del noto futurologo Zoltan Istvan, anche candidato alle ultime presidenziali Usa. Per una robot revolution, alla luce della crisi contemporanea, irrisolvibile senza ricette radicali postInternet e post Informatica, futurismo sociale doc, attualmente controcorrente e persino controintuitivo (nei simulacri sociali finanzocratici socialmente condivisi…).
In fondo la matrice è addirittura lo stesso Karl Marx quando prevedeva il futuro oltre il regno della necessità, la macchine liberatrici verso il regno della libertà. Un Marx e un neoprogressismo però antideologici (il sottotitolo è esplicito) liberati (e questa la differenza da Gramsci 2017 ancora positivo sulla sinistra storica) dalla vulgata dominante nella sinistra attuale (secondo Guerra oggi storicamente esaurita e in via di estinzione) riconnessi semmai – sintetizzando – alla dimensione progressista strettamente scientifica e libertaria.
Il Populista   E' uscito on line da un paio di mesi un singolare libro ebook aforistico (libri Asino Rosso-Street Lib) Da Marx a Paperino. La fine della sinistra di Futurguerra (alias il sottoscritto neofuturista ). Come dalla sinossi... è un inno alla scienza contemporanea e alle sue potenzialità di trasformazione sociale tutt'oggi inattese a livello sociopolitico, nonostante robot lavorino su Marte da anni e - cronaca- si sia quasi scoperto sul serio ET in qualche Terra gemella distante anni-luce, quando nel 2017 anche i bambini (nel bene e nel male) smanettano su Internet. Un'altra utopia progressista? In realtà i futurismi dell'ebook , come esplicito nel sottotitolo, non è solo una provocazione... Denuncia il canto del cigno proprio della sinistra italiana storica, come anche le stucchevoli cronache attuali postPD segnalano, mai realmente democratica per questioni “genetiche” che risalgono alle origini comuniste, fu sinistra oggi cattocomunista che ha sempre o quasi fregato i lavoratori e che tutt'oggi appare passatista nelle analisi della nuova era informatica (i migranti e genderistici e non i nativi digitali il paleofuturo per la fu sinistra come generazioni “progressiste”, ridicolo e pericoloso...) Sohttps://www.ibs.it/transumanesimo-italiano-ebook-roby-guerra/e/9788822812018prattutto libera il sogno del progresso dal marchio delle sinistre, riconnettendolo a un altro moderno rivoluzionario quasi misconosciuto, la rivoluzione moderna nobile individuale, anziché collettivistica, che viene certamente sia dal profeta di Zarathustra – Nietzsche- o non a caso della Gaia Scienza o Umano Troppo Umano, sia da certa cultura altra genericamente etichettata in tempi relativamente più recenti Nouvelle Droite o Nuova Destra. In “Da Marx a Paperino”, spicca non una visione della scienza meramente meccanicistica o pseudoscientistica, ma “spirituale” e veramente neopopolare “ La scienza oggi è il cuore e lo stomaco dell'Uomo postmoderno”: in parole povere e con Paperino iperbolico provocatorio maestro di pensiero “contrapposto” a Marx, si evidenziano le grandi possibilità della robotica e dell'automazione.. “I computer non sono stati inventati per gli uffici...” “Che abbiamo inventato a fare i robot?” . Insomma, “la sinistra è estinta” lo dicono anche Marx- che voleva – contrariamente alla vulgata fino a oggi- liberare i prolet dalle fabbriche... e Paperino! E anche Charlot ormai, come evidenziato nella cover. 

info https://www.amazon.com/Marx-Paperino-fine-della-sinistra-ebook/dp/B0791MCFWG


Il Transumanesimo italiano : Una nuova scienza sociale del XXI secolo  (Asino Rosso ebook)

Google Books

Meteo Web    On line nelle principali librerie store una raccolta di articoli sul transumanesimo futuribile a cura di Roby Guerra, scrittore e blogger futurista e attivista italiano del movimento. Articoli editi on line negli ultimi dieci anni, da Guerra su Controcultura/SuperEva, Meteo Web, Blasting News, Ferrara Italia, il blog Scienza e Futuro ecc. Focus il transumanesimo italiano (e area strettamente affine) con capitoli recensioni e note sui vari R. Campa, Estropico, R. Manzocco, S.Vaj, A. Autino, R. Paura, S. Battisti; U.Spezza, C. Rocchio, G. Vatinno, G. Casaleggio. P. Bruni del Mibact, A. Saccoccio e altri. Una sorta di cronache transumaniste contemporanee integrate da una sezione similare sul transumanesimo internazionale che evidenzia: A. de Grey, L. Page e R. Kurzweil, Z. Istvan, Natasha Vita More, R. J. Sawyer, K. Suntzu e altri, oltre a notizie sui due grupppi ufficiali italiani: l’AIT (Associazione Italiana Transumanisti) a cura dei vari R. Campa, E. Pilia, S. Vaj, G. Prisco) e il Network+ Transumanisti italiani a cura dei vari D. De Biasi, G. Stile, Estropico e il Network+ Transumanisti italiani, entrambi affiliati all’americana Humanity + (ex W.T.A.). In particolare si segnalano recensione della rivista Divenire curata dello stesso Riccardo Campa (sociologo della scienza alla Jagellonica di Cravovia-Polonia) e una ampia nota sul blogger “storico” del transumanesimo in Italia, Estropico (F. Albertario). L’ebook è poi completato con una sezione prototransumanista dedicata a alcuni precursori: da Marinetti e i futuristi a I. Asimov e la fantascienza, al futurologo A. Toffler, alla cibernetica o semiotica sociale di Y. Lotman, a Fedorov e al cosmismo russo, lo stesso Piero Angela lateralmente, ecc.; e da articoli più personali dell’autore (nello specifico prossimo idealmente alla new wave ultima futurista dell’americano Zoltan Istvan e al suo Transhumanist Party) sul futuro delle stampanti 3D, sull’Intelligenza Artificiale, su un partito della scienza futuro e altro. Una scansione relativamente inedita in Italia con cifra ciberletteraria, non strettamente tecnica, in una ottica privilegiata di transumanesimo e futurismo sociale come umanesimo scientifico radicale e avanguardia scientifica stessa.

Come specifica l’autore (curatore del LLF- Laboratorio Letteratura Futurista- AIT) nella presentazione:

“ La bibliografia attuale sul transumanesimo in Italia è abbastanza in progress, incluso un nostro precedente lavoro del 2014, Futurismo e Transumanesimo. La Poetica di Internet, di carattere più speculativo e connesso direttamente alle affinità tra il transumanesimo e il futurismo storico e contemporaneo di matrice estetico-artistica in senso sociale e previsionale tecnoscientifico; oltre ad altri contributi e interviste in brevi saggi inclusi in altri nostri lavori quali Futurismo per la Nuova Umanità. Dopo Marinetti (2012), Gramsci 2017 (2014), entrambi per Armando editore e Nuovi Futuristi Nuovi Umanisti (2012) per Este Edition e altro. Il lavoro presente integra e completa quasi esaurientemente la nostra stagione cosiddetta transumanista o semplicemente futurologica sociale e scientifica: e in questo senso, scientifico sociale, il nostro auspicio per le rotte future del transumanesimo stesso, come poi fin dal 2009 leggiamo il cosiddetto movimento. Una scienza sociale essenzialmente del XXI secolo, magari come futura ricetta sociale per il nascente Uomo Tecnologico, dopo Internet e l’era dei robot e delle Intelligenze Artificiali”.

Info https://www.ibs.it/transumanesimo-italiano-ebook-roby-guerra/e/9788822812018


(Personal  prefazioni e  note critiche)

Manifesti Futuristi (Tiemme edizioni digitali)

Neofuturismo/Scienza e futuro *Con la prefazione del futurista ferrarese Roberto Guerra
Avanguardia pura natalizia per Tiemme edizioni digitali (a cura dello scrittore, critico letterario, editore e giornalista Riccardo Roversi). L'ampia eBook collection (tutti classici o classici moderni, a volte veri "rare" storici, circa 70 ormai) si impreziosise ora con una ulteriore  letterale collection dedicata ai famosi manifesti storici di Marinetti e i futuristi. 
Manifesti che confermano dopo decenni e decenni  tutt'oggi la loro sorprendente e rivoluzionaria previsionalità artistica, sociale e finanche futuribile.

"Trenta "spregiudicate provocazioni" culturali! In questa antologia sono raccolti i Manifesti Futuristi scritti da Filippo Tommaso Marinetti (talvolta in collaborazione con altri) pubblicati fra il 1909 e il 1941. Dall'iniziale celeberrimoManifesto del Futurismo del 1909 al Manifesto tecnico della Letteratura Futurista del 1912, dalle Parole in libertà del 1913 al Teatro Futurista Sinteticodel 1915, dalla Cinematografia Futurista al Manifesto della Aeropittura e così via… leggere per credere. In apertura una preziosa Prefazione del neofuturista Roberto Guerra".
 
**AMAZON 


LA CUCINA FUTURISTA DI FILIPPO TOMMASO MARINETTI (Tiemme edizioni digitali)

Ferrara Itallia Altra recentissima “chicca” pubblicata dalla casa editrice digitale ferrarese Tiemme Edizioni (www.tiemme.onweb.it) è il celeberrimo e provocatorio ‘La cucina futurista’, dell’imprevedibile Filippo Tommasi Marinetti, disponibile in tutte le più importanti librerie del web.
Ultima delle “grandi battaglie artistiche e politiche spesso consacrate col sangue” di Marinetti & C., la cucina futurista, considerata come la lotta contro l’“alimento amidaceo” (cioè la pastasciutta), colpevole di ingenerare negli assuefatti consumatori “fiacchezza, pessimismo, inattività nostalgica e neutralismo”, prende le mosse da una cena al ristorante milanese Penna d’Oca (15 novembre 1930). Al termine, Marinetti preannuncia il ‘Manifesto della Cucina Futurista’, che sarà pubblicato su ‘Comoedia’ il 20 gennaio del 1931. In questa edizione il testo è seguito da ‘Divagazioni Gastromarinettiane’, un ironico e futurculinario intervento di Roberto Guerra.
Filippo Tommaso Marinetti (Alessandria d’Egitto, 1876 – Bellagio, 1944) è stato poeta, narratore e drammaturgo italiano. È conosciuto soprattutto come il fondatore del movimento futurista, la prima avanguardia storica italiana del Novecento.

ITALO BALBO, UNA VITA RIBELLE (Tiemme edizioni digitali)

Ferrara Italia Ci pensa Tiemme Edizioni (www.tiemme.onweb.it) a rendere finalmente disponibile in versione ebook uno studio completo ed esaustivo su una delle più controverse figure ferraresi del Novecento, con la pubblicazione di ‘Italo Balbo. Una vita ribelle’ (già reperibile su Amazon), di Learco Maietti e Riccardo Roversi. Chi era il vero Italo Balbo? A distanza di tanti anni dalla sua morte, tragica e insieme beffarda nonché ancora avvolta nel mistero, questo libro riporta scrupolosamente e meticolosamente l’autentica storia del ferrarese di Quartesana, i caratteri della sua evoluzione politica e maturazione umana. Da ras squadrista a ministro dell’Aeronautica, da devoto a Mussolini a fomentatore di un suo rovesciamento, da Maresciallo dell’Aria a Governatore della Libia. Un personaggio popolare e discusso, contraddittorio e imprevedibile, scomodo e temuto, amato e odiato. Con una nota di apertura di Roberto Guerra e in appendice il famoso Dialogo immaginario con Italo Balbo.....

Il Piacere di  Gabriele D'Annunzio  (Tiemme edizioni digitali)
Ferrara Italia È da pochi giorni disponibile in tutte le più importanti librerie del web il celeberrimo romanzo ‘Il Piacere’, di Gabriele D’Annunzio, pubblicato in formato ebook dalla casa editrice digitale Tiemme Edizioni di Ferrara (www.tiemme.onweb.it).
Gabriele D’Annunzio scrisse ‘Il Piacere’, considerato uno dei suoi capolavori narrativi, nel 1889 a Francavilla al Mare; il romanzo venne pubblicato l’anno seguente nelle edizioni Fratelli Treves. Diventerà poi parte di una trilogia dannunziana insieme a ‘L’innocente’ e a ‘Il trionfo della morte’.
Così come un secolo prima ‘Le ultime lettere di Jacopo Ortis’ di Ugo Foscolo aveva diffuso in Italia la corrente romantica, ‘Il Piacere’ e il suo protagonista Andrea Sperelli introdussero nella cultura italiana tardo ottocentesca la sensibilità decadente e l’estetismo. In questa edizione il testo è preceduto da ‘D’Annunzio e il Dionisiaco 2.0’, un’introduzione di Roberto Guerra.
Gabriele D’Annunzio (Pescara, 1863 – Gardone Riviera, 1938), è stato poeta, narratore, drammaturgo, militare, politico, giornalista e patriota italiano, simbolo del Decadentismo e celebre figura della prima guerra mondiale. Detto ‘il Vate’, cioè poeta ‘sacro’, profeta, cantore dell’Italia umbertina, occupò una posizione preminente nella letteratura italiana dal 1889 al 1910 circa e nella vita politica dal 1914 al 1924.